4 gennaio 2007

LUNA VENDESI

Una società americana vende online ettari di terreno del satellite terrestre

La luna è in vendita. E non è una truffa telematica ai danni di qualche romantico sognatore, o di qualche fanatico fan di Star Trek con manie di colonizzazione spaziale, come potrebbe sembrare. L’associazione Lunar Embassy, fondata nel 1980 da Dennis Hope, è riconosciuta a livello internazionale e legittimata da trattati ufficiali con le Nazioni Unite, gli Stati Uniti d’America e la Russia. Il suo scopo è semplice quanto incredibile: vendere terreni sulla luna. L’associazione ha ottenuto i diritti di alienabilità di tutta la faccia illuminata del satellite, con la sola eccezione della porzione sulla quale atterrò l’apollo 11 nel 1969, famoso terreno sul quale è stata piantata la tanto discussa bandierina americana. Ma non si sono arrestatati qui, riuscendo ad acquistare anche i diritti di Marte, Venere e Mercurio. Dennis Hope e la Lunar embassy detengono il monopolio di questo “mercato extraterrestre” e la sua bizzarra idea sembra aver avuto successo. L’associazione vanta infatti centinaia di servizi giornalistici in tutto il mondo e apparizioni su importanti canali televisivi come la Cnn, la Nbc. Il fondatore Dennis Hope è stato addirittura insignito della prestigiosa Republican Gold Medal, conferitagli dal Congresso degli Stati Uniti; insomma l’offerta della Lunar Embassy è da ritenersi seria. Ma chi può permettersi di comprare terreni lunari? Quanto paghereste per un pezzo di luna? Se state pensando che questa sia un’iniziativa esclusiva, accessibile solo a miliardari e a star del cinema, sappiate che siete in errore. Per essere legalmente proprietari di un acro di luna bastano solo 19.99 dollari, circa 16 euro, con tanto di contratto recapitato a domicilio con annesse le coordinate esatte della proprietà, così che sia possibile tener d’occhio i possedimenti dalla Terra. Almeno finché non si potrà visitarli di persona. Con un piccolo extra di 2,50 dollari si può richiedere un contratto con il nome del proprietario stampato sopra. Oggi i legali possessori extraterrestri sono più di tre milioni, provenienti da ogni luogo del mondo e da ogni ceto sociale; basta possedere una carta di credito. Per acquistare un pezzo di luna è sufficiente digitare l’indirizzo http://www.lunarembassy.com/, dove si possono trovare tutte le informazioni utili, e dove si può addirittura leggere una Dichiarazione d’Indipendenza Galattica, che sembra uscire da un film di George Lucas. L’uomo sta comprando lo spazio ancora prima d’averlo esplorato, e non per gioco. Questi investimenti, al di là di un originale e romantico dono per S.Valentino, potrebbero forse essere la base per una futura colonizzazione lunare? Walking on the moon cantavano i Police. Con o senza un contratto in tasca, a noi non resta che osservare la luna da qui, e continuare a sognare.

Giacomo Berdini

5 commenti: